Pubblicato il

L’orto in cassetta: la stagione delle insalate è cominciata

L’arrivo della bella stagione, il risveglio della natura e la magia dello sbocciare dei fiori sono un invitante richiamo a trascorrere alcune ore della giornata all’aria aperta, magari coltivando anche l’orto per avere sempre a disposizione prodotti freschi.

Con la primavera la nostra tavola si tinge di mille colori e profumi. Tante verdure e un tripudio di frutta per riscoprire piatti semplici e naturali. Per non dimenticare l’odore inconfondibile delle erbe aromatiche.

Il 2017 ha fatto il suo esordio proclamando il Pantone Greenery come nuance dell’anno e promuovendo così la filosofia degli amanti del vivere secondo natura. Quindi quest’anno tutto sarà all’insegna del green.

E qual è la verdura che meglio racchiude in sé tutte le sfumature del verde? L’insalata, ovviamente. Di tipi di insalata ne esistono diversi. C’è davvero l’imbarazzo della scelta. Per il mio orticello perché di questo si tratta in realtà, essendo composto esclusivamente da due cassette di legno con griglia (51×75 h16) acquistate alcuni anni fa da Fiorirà un giardino, ho piantato l’insalata gentile, o gentilina, e la lattuga foglia di quercia.

Orto in cassetta

Ricordiamoci che non bisogna essere grandi esperti o avere chissà quanto spazio per coltivare l’orto. Parola di Simonetta Chiarugi e Camilla Zanarotti nel loro libro Più orto che giardino. Come coltivare verdure felici e fiori gentili, una guida preziosa con tanti suggerimenti pratici che sottende come il giardino possa avere una doppia valenza, di bellezza e utilità. Impagabile, poi, la soddisfazione quando arriva il momento della raccolta. Gli ortaggi e la frutta dell’orto avranno tutto un altro sapore perché privi di conservanti e coltivati senza additivi chimici.

Orto in cassetta

Orto in cassetta

Poi non ci resterà che gustarli a tavola, magari servendoli, anziché nei soliti piatti, in barattoli di vetro, quelli della conserva della nonna per intenderci. Creare una millefoglie di diverse insalatine da taglio, alternarle con altri ortaggi a piacere e magari qualche fiore edule. Infine condire con un filo d’olio, aceto e un pizzico di sale. Una soluzione semplice, divertente e molto in voga di questi tempi. Alla prossima!

Mason jar

The use of Mason jar for salad

Le ultime due immagini sono tratte da Pinterest.

Pubblicato il

Le aromatiche: basilico in pentola

Cucinare con le erbe fresche è uno dei piaceri che la bella stagione porta con sé. La stagione delle erbe inizia con la primavera e vede nascere via via nuove specie fino all’arrivo dell’estate. La natura diventa sempre più generosa di doni mentre il profumo delle aromatiche e dei fiori si avverte già in lontananza. Oltre a conferire alla pietanza un aroma particolare, le erbe contengono importanti sostanze nutritive, come minerali, vitamine e microelementi. Possono essere anche coltivate da sole come elemento ornamentale con altre piante in una bordura o nelle file di un orto. Le piante aromatiche sono molto facili da coltivare, per mantenersi in buona salute richiedono uno spazio asciutto e ben soleggiato. Non tutti hanno la fortuna di avere un orto; anche un vaso sul balcone o sulla finestra possono bastare per contenere le nostre aromatiche. In passato avevo già parlato del mio orto profumato (vedi qui), allestito su un vecchio tavolo da cucito Singer, e ogni anno mi piace arricchirlo con nuovi aromi. Questa volta ho iniziato con uno tra i più classici, il basilico (Ocimum basilicum). È praticamente impossibile stilare un elenco delle ricette che richiedono l’impiego del basilico. Si parte dal pesto alla genovese e si continua con sughi e salse, verdure e pesce. Le varietà di basilico sono circa 160, la maggior parte è annuale ma ne esistono anche alcune perenni.

Erbe aromatiche

Io ho acquistato:

Basilico Genovese

Aroma unico e insostituibile, in grado di esaltare il gusto di tutti i piatti mediterranei. Annuale semi-resistente con foglie ovali.

Basilico Blu Spires 

Colore unico e ottimo sapore. Le graziose spighe di fiori blu rendono la pianta molto attraente. Le foglie profumate di anice e i fiori ben definiti sono un’interessante alternativa al basilico italiano tradizionale.

Basilico Rosso

Proprietà antiossidanti eccellenti. Varietà con pianta di taglia media con foglia a margine seghettato, piatta, di colore rosso intenso. Fiore con calice di colore viola e petali rosa intenso.

Basilico Greco Aristotele

Basilico a foglia piccola con un portamento molto ordinato, compatto e arrotondato. Di buon sapore, è l’ideale per la conservazione in vaso sul balcone o in giardino. Steli forti, fioritura tardiva e buona tolleranza al maltempo. In patria non si usa in ambito culinario in quanto è considerato un portafortuna. In tanti lo utilizzano, quindi, come pianta puramente ornamentale.

Tutte le aromatiche della mia collezione ho deciso di piantarle in vasi di terracotta, dotati di fori per il drenaggio, ma per il momento ho riunito le tre tipologie di basilico in un contenitore insolito, per averle sempre a portata di mano vicino alla cucina. Una vecchia pentola di alluminio, scovata casualmente in qualche cantina e riutilizzata come riserva di aromi e sapori naturali. Uno dei tanti oggetti che nel tempo si dimenticano ma  che quando tornano alla luce, possono tornarci utili ed essere anche un’aggiunta originale al nostro giardino o al nostro balcone. Voi che ne dite? Alla prossima!

Erbe aromatiche

Erbe aromatiche

Indirizzi Utili

Dove acquistare le erbe aromatiche online e ricevere consigli pratici.

www.geelfloricultura.it

www.venditapiccolifrutti.it

www.ecopiante.it

www.ortomio.it

www.lortofruttifero.it

Pubblicato il

Il risveglio di primavera nel mio giardino

Benvenuti nel mio giardino

Reduce dalle mie ultime zingarate floreali non potevo certo esimermi, in queste piacevoli giornate primaverili, dal dedicare qualche ora del mio tempo libero al mio adorato giardino. Coadiuvata dall’onnipresente Dody, apprendista tuttofare e da due fidati “omini”, Henry e Italo, come affettuosamente li chiama lei, ho svolto i classici lavori di rimessa in ordine, tra cui pulire i vialetti da strati di foglie cadute in inverno, estirpare le erbacce infestanti, recidere i rami secchi. Le cose da fare in giardino sono sempre tantissime. Una volta messo piede sull’erba, non si varca più la soglia di casa se non dopo il tramonto.

Rane

Ho sempre nutrito un profondo legame con il mio giardino fin dal primo giorno in cui ci siamo incontrati quasi per caso vent’anni fa mentre ero  alla febbrile ricerca di quella che sarebbe divenuta la mia casa.

giardino in fiore

Un amore potente, straordinario, a volte conflittuale perché il giardino richiede impegno, fatica, dedizione e tanta, tanta forza. Per un esile fringuello come me è una bella sfida! Ammirare poi, però, i fiori, che hai curato con estrema cura, dischiudersi timidamente al mondo svelando i loro colori brillanti e il loro profumo delizioso è uno spettacolo di infinita bellezza che ripaga la vista e l’olfatto.

glicine in fiore

Lavanda

Per il mio giardino provo da sempre una sorta di virtuosa gratitudine perché mi trasmette la sensazione che, almeno lì, possa sentirmi al sicuro. Immergermi nel silenzio meditativo del giardino è riconciliante, il tempo è magicamente scandito dai ritmi naturali. Osservare la natura circostante mi aiuta a recuperare il senso autentico delle cose, il piacere genuino del vivere lontano dalla spirale dei frenetici ritmi cittadini. Il giardino esercita su di me un effetto terapeutico dove coltivare la pace interiore, sotterrare le tensioni, sradicare le ansie, fertilizzare il corpo e la mente. In sostanza, il migliore antidoto naturale contro l’infelicità!

coltivare l'orto

Pubblicato il

Harborea 2014 and the winner is…

image

Ormai fin dal suo esordio nel 2011 sono onorata di partecipare come espositore ad Harborea, una mostra mercato di piante, prodotti artigianali e articoli per il giardino che ha luogo nella città di Livorno presso il Parco di Villa Mimbelli nel secondo weekend di ottobre. In un momento storico di profondo disagio nel commercio ho potuto assaporare una ventata d’aria fresca vincendo inaspettatamente un premio per miglior allestimento e originalità. Non potete immaginare la sorpresa. Stentavo a crederci! Anche mia mamma, mia insostituibile compagna d’avventure, era piacevolmente stupita. Questo riconoscimento assai gradito mi ha dato una piccola spinta in avanti per perseverare con maggior entusiasmo nella mia impresa. Qualche gratificazione nella vita aiuta certamente a vivere meglio! Ci siamo impegnate molto a rendere lo stand piacevole. Abbiamo cercato ovunque nuove ispirazioni, idee e consigli e poi abbiamo agito guidate dal nostro istinto creativo che è stato fortunatamente premiato. Siccome il leitmotiv di questa edizione era l’orto, ho presentato in anteprima una nuova collezione di Virginia Ceramiche, la linea Clorofilla, ispirata agli ortaggi e ideale per un pranzo country chic. Molto apprezzata! Ho realizzato una composizione floreale su un vaso rustico solo con le verdure di stagione, decorato una vecchia scala da giardino e progettato l’orto sul balcone sfruttando le vecchie cassette di legno di Fiorirà un Giardino. Un’idea vincente tra le più apprezzate e fotografate!


image

image

image

image

Come poi non menzionare i protagonisti per eccellenza di questo evento! I fiori, ovviamente, nelle loro molteplici forme e nuances…Vasi in terracotta ridondanti di splendide rose e grappoli d’uva, scatole di sealing avana fiorite, vasetti medicei con zucche e centrotavola con crisantemini arancio e verdure…Mille idee carine da riproporre in diverse occasioni! image

imageW Harborea e speriamo di esserci anche nella prossima edizione 2015!