Pubblicato il

Sotto l’ombrellone ma con stile

Siamo in piena estate e come tradizione vuole l’ondata di gran caldo, a dire il vero un po’ troppo anomala quest’anno, non intende concederci una tregua.

Sono davvero pochi i momenti della giornata in grado di infondere una sensazione rinfrescante. Forse le prime luci della mattina e le ultime della sera.

Così mai come in questa stagione ci piace trascorrere più tempo possibile all’aria aperta. Chi rimane al mare per salutare il sole che se ne va a dormire e chi, invece, preferisce rilassarsi nel proprio giardino o terrazza, magari intrattenendo gli amici con un aperitivo.

Parlando proprio dei momenti conviviali tra amici, quella volta che sono stata a Ibiza, la capitale estiva del divertimento, ho notato che molti locali servono  i loro cocktail sotto magnifici ombrelloni che ho scoperto, poi, essere di provenienza balinese. Me ne sono innamorata e mi sono promessa che alla prima occasione me ne sarei comprato uno anche io.

Handmade Balinese Umbrellas

Il tipico ombrellone balinese ha un telaio sapientemente intrecciato a mano attorno a un sostegno in robusto bambù. Il tessuto, perlopiù in cotone o poliestere, si trova sia nelle tinte più sgargianti che in quelle più neutre, è spesso finemente decorato e bordato da pendenti in metallo, madreperla o cocco.

Come ormai accade da decenni, sull’isola spagnola arrivano ancora tante navi container con pezzi importati dall’isola di Bali. Infatti molte abitazioni tradizionali (finca) e ville lussuose sono arredate con mobili in legno intarsiato ed enormi teste dorate di Buddha.

Gli ombrelloni sono un dettaglio decorativo minore, ma nonostante  ciò quell’accostamento ardito e in egual misura armonico che può dare un valore aggiunto allo spazio esterno. Ne esistono diverse varianti. Si può scegliere tra quelli da giardino con base a terra in legno o pietra e quelli in formato bonsai da poggiare sulla tavola durante una cena a tema orientale.

Balinese shade tabletop

Cosa mi piace di più di questi ombrelloni? Semplice, il tintinnio di tutti i ciondoli a ogni alito del vento, una melodia senza spartito che, però,  ti riconcilia magicamente con te stessa, allentando le tensioni e facendoti riappropriare del puro e nudo sentire. Finalmente ne ho appena acquistato uno. Dove trovarli? Ecco alcuni siti dove si possono acquistare con un solo click. Alla prossima!

Oriental umbrellas

 

Indirizzi utili

www.balineseumbrella.com;

www.brilliantimports.com;

www.lunabazaar.com;

www.oriental-umbrellas.com;

www.pier1.com;

www.shop.zocohome.com.

 

 

Pubblicato il

Let’s go to Ibiza!

Da pochi giorni sono rientrata nella mia casa dolce casa dopo una tanto desiderata e meritata settimana di vacanza. Destinazione Estate 2015: Ibiza, al momento uno dei luoghi più di tendenza al mondo. Se dovessi descriverla in poche parole, riprenderei fedelmente la definizione del celebre giornalista Carlo Rossella, che ha scritto recentemente nella sua rubrica sul settimanale Chi: “Ibiza è un’isola che è tutto e il contrario di tutto”.

image

Famosa in tutto il mondo per le radici hippy e lo spirito discotecaro, il paesaggio e il patrimonio culturale, sono l’autenticità, la sensazione di libertà e la naturalezza a rendere questo luogo unico. Celebre per i mercatini hippy, l’artigianato e per il proprio carattere cosmopolita e multiculturale. Sempre all’avanguardia per il lancio di nuove tendenze e il mondo del divertimento notturno. Basti pensare che discoteche come il Pacha e i dj set che si svolgono all’Ushuaïa sono diventati dei veri e propri luoghi simbolo, ormai riconosciuti a livello globale. Sebbene non sia proprio la classica frequentatrice di discoteche, trovandomi ad Ibiza non potevo rinunciare ad assaporare almeno un po’ di quella sensazione di festa, sorseggiando un cocktail rigorosamente analcolico al Beach Club dell’Ushuaïa in un’atmosfera surreale e piacevolmente kitsch.

image

Ho ammirato magici tramonti nel paese di Sant Antoni passeggiando lungo la punta di Ses Variades, non mi sono voluta assolutamente perdere una sosta al mercato hippy di Punta Arabí e curiosare tra le bancarelle alla ricerca di oggetti originali. Un trionfo di ghirlande fiorite, trine, bijoux e piume in un contesto assai divertente.

image

Data l’estrema vicinanza mi sono concessa anche una gita in barca a Formentera, un’isola decisamente più raccolta, bucolica, essenziale. Un richiamo irresistibile per gli amanti di una vacanza al naturale, lontano dal clamore e dalla confusione turistica delle altre Baleari. Potendomi fermare per metà giornata, ho ammirato solo alcune delle sue spettacolari spiagge, fatto una breve sosta sul promontorio più alto dell’isola, Pilar de La Mola, con il suo faro affacciato sull’altissima scogliera a strapiombo sul mare di Punta des Far. Infine ho girovagato tranquillamente tra i deliziosi negozi di Es Pujols, una tra le località più frequentate dell’isola.

image

Ho scoperto un negozio di conchiglie fantastico, curiosato tra quelli d’arredo, come è giusto che sia dato il mio lavoro alla Corte Fiorita.

image

Proseguendo la mia vacanza ad Ibiza, sono rimasta affascinata dalla vivace energia che si respira tra le viuzze di Dalt Vila, il centro della città vecchia racchiuso entro una cinta muraria rinascimentale con sette baluardi. La sera si anima di tante persone che siedono nei dehors dei vari ristoranti presenti. C’è davvero l’imbarazzo della scelta! La zona del porto e il quartiere La Marina sono decisamente le più animate perché qui si concentrano la maggior parte delle attività commerciali. All’inizio si rimane letteralmente travolti dalla moltitudine di prodotti, ma facendo un’attenta selezione, in base al mio personale gusto, sono riuscita a fare degli acquisti interessanti.

image

imageL’ultima giornata della mia permanenza ad Ibiza è stata interamente dedicata a ciò che ha principalmente motivato la scelta di questa meta di vacanza, ovvero la riserva naturale di Es Vedrà ed Es Vedranell, attorno a cui ruota un leggendario alone di mistero. Questo ha contribuito a renderlo un luogo mistico che emana un’energia inspiegabile. Ho potuto ammirare questa roccia maestosa in tutto il suo splendore recandomi a Cala d’Hort, una bellissima spiaggia sabbiosa con acque cristalline nella costa sud-occidentale dell’isola. Un’emozione decisamente unica! Poi vi saprò dire se qualche flusso di energia positiva ha rinvigorito il mio corpo e il mio spirito. Mi avevano rincuorato che l’effetto benefico sarebbe stato immediato…Per ora non nel mio caso, però! Una valida scusa per tornarci ancora…

image

image