Pubblicato il

Mercoledì al Forte

Versilia

Non esiste stagione dell’anno in cui Forte dei Marmi e il suo rinomato mercatino conoscano un periodo di tregua. Al richiamo del Forte, chiamarlo così è più cool a detta della moltitudine di sciure milanesi che lo affollano, è difficile resistere. Sia d’inverno che d’estate ogni mercoledì della settimana il punto di ritrovo è sempre lo stesso, la piazzetta del Forte con la variopinta carovana di banchetti e cianfrusaglie di ogni genere.

Mercatino Versilia

Nonostante si presenti sempre sotto la solita veste, il mercatino del Forte è diventato un appuntamento memorabile per i più appassionati, me inclusa. Ad essere sincera, si tratta di un mercatino qualunque ma la differenza sta nel contesto. Alzarsi presto la mattina di mercoledì è una tra le rare volte in cui la mia insidiosa pigrizia ne esce sconfitta. Mi rincuora immaginare una giornata di svago infrasettimanale che frena la tediosa routine degli altri giorni. Una piacevole sensazione di istantanea leggerezza, un improvviso slancio di entusiasmo mi spingono a prepararmi e uscire di casa a velocità supersonica. Alle 09:00 sono già sulla griglia di partenza, pronta ad iniziare i miei acquisti rombanti. Si fa per dire, il mio portafoglio avrebbe bisogno di un pieno! Donne, tante e solo donne saltellano come cavallette tra un banchetto e l’altro alla febbrile ricerca dell’ultimo capo di tendenza, della mantella di morbido cachemire da indossare per una serata a teatro, di quei braccialetti colorati da sfoggiare sulla spiaggia o di quei vestitini attillati con pizzi e merletti che tutte credono di potersi permettere. Signore snob con volti paralizzati e seni improbabili scodinzolano tra la folla, si lusingano se qualcuno le osserva. Probabilmente non si vogliono rendere conto che nessuno può fermare lo scorrere del tempo. Si vestono come liceali anche se ormai sono lontani i tempi in cui lo erano. Un circo di maschere, nel senso meno letterario del termine, in cui la vanità femminile è la regina indiscussa.

Marchi Lusso Forte dei Marmi

Dopo un giro esplorativo proseguo per una passeggiata riconciliante tra le boutique griffate e l’ultima sosta la riservo al mercato rionale di frutta e verdura, di tenore più plebeo. Non è raro, però, avventurarsi qui in altre signore, ferree seguaci di una filosofia di vita bio, che si muovono solo in bicicletta, comprano semi di miglio, bacche e tofu, non utilizzano buste di plastica ma depongono tutto nei loro cestini di vimini, indossano solo abiti di lino, preferibilmente di colore bava di lumaca. Poi, se chiedi loro: “Cosa hai intenzione di mangiare per pranzo?” Senza esitazione loro risponderanno: “Easy. Una verdura”.

Mercato Mercoledì Forte dei Marmi

Che domanda ovvia! Non ho ancora smesso di ridere dalla volta in cui lo sentii pronunciare. Ecco perché ogni tanto non perdo l’occasione di venire al Forte, una vetrina scintillante in cui si riflettono non tutte ma molte delle miriadi di sfaccettature del complesso mondo femminile.

Pubblicato il

Passeggiando per il Forte…

Nei mesi primaverili spesso e assai volentieri mi piace recarmi a Forte dei Marmi (il Forte secondo i più chic), definita all’unanimità “la perla della Versilia”, fare una passeggiata lungomare, guardare le vetrine dei grandi brand internazionali del lusso, ma soprattutto fare una sosta propedeutica in quei negozi di arredo per la casa e per il giardino, che sono sempre stati per me inesauribile fonte d’ispirazione. Condividere la stessa sensibilità e passione per ciò che è bello, scoprire e ammirare oggetti particolari mi entusiasma enormemente e mi dà dei nuovi stimoli creativi. Mi sono aggirata tra strutture in ferro, fioriere, panchine in ghisa, sedie da giardino di produzione artigianale, splendidi vasi smaltati in terracotta. Complementi ideali per arredare uno spazio all’aperto conferendogli un’allure nostalgica e vissuta tipicamente provenzale.

image

Ogni volta rimango affascinata dall’eleganza sofisticata di un atelier curato da un’interior designer situato proprio nel centro di Forte dei Marmi. Tessuti pregiati, candelieri, cache-pot con motivi floreali, elementi d’arredo insoliti in stile coloniale si amalgamano perfettamente in una musicale armonia creando un’atmosfera di indiscutibile classe.

image image

Infine mi sono soffermata nello showroom di Riccardo Barthel che propone soluzioni d’arredamento e di decorazione dallo stile inconfondibile nel rispetto della tradizione artigianale made in Italy. Stampe, piastrelle in ceramica, sanitari, pezzi unici, recuperati nei mercatini di brocantage in tutta Europa e poi abilmente restaurati da un team di esperti artigiani.

image

Forte dei Marmi è sicuramente una meta da consigliare non solo per il mare, lo shopping e il divertimento ma anche per l’offerta di proposte d’arredo all’insegna della qualità e dello stile raffinato. Quindi una tappa ideale per chi ha intenzione di arredare oppure rinnovare il proprio spazio domestico!