Pubblicato il

Harborea 2017: quando Livorno si veste con i fiori

Domenica 15 Ottobre, 2017. Livorno, parco storico di Villa Mimbelli. Raggi rossastri di sole tingono il cielo all’ora del tramonto. I maestosi cancelli di ferro si chiudono dietro gli ultimi visitatori. La settima edizione di Harborea, la festa delle piante e dei giardini d’oltremare, si è appena conclusa. Gli espositori iniziano a smontare gli stand per caricare la loro merce sui camion. Il viaggio di ritorno li attende. Qualcuno si dimentica di rimuovere lo striscione all’ingresso. Forse è segno che se ne avverte già la nostalgia.

Harborea 2017

Harborea 2017

D’altronde Harborea è diventato quasi un appuntamento liturgico nel calendario della città. Anch’io non sono mai voluta mancare, presentandomi sia come espositrice che come socia volontaria del Garden Club di Livorno, il principale fautore dell’iniziativa. Per quel che mi è stato possibile, quest’anno ho voluto dare il mio contribuito all’interno della macchina organizzativa, a dire il vero già super collaudata ma sempre pronta a migliorarsi.

Nonostante ciò un giro da semplice visitatrice me lo sono voluto concedere, avventurandomi in un piacevole percorso di emozioni floreali tra rarità botaniche, erbe e spezie. Oltre a piante insolite e consulenze negli spazi espositivi ho potuto scoprire prodotti enogastronomici, dalle farine di grani antichi, alle diverse varietà di riso, dalla liquirizia al cioccolato, dai liquori biologici alle confetture di frutta.

Ho ricevuto spunti e suggestioni per arredare il giardino, dalle magnifiche ceramiche di Caltagirone alle casette in legno per gli uccellini e gli insetti, dai cesti in vimini ai divertenti fiorellini per decorare le nostre piante in vaso, creare originali bouquet floreali oppure personalizzare bomboniere.

Harborea 2017

Harborea 2017

Ho ammirato magnifici lavori in tessuto di due creative dal fervido talento e raffinati complementi d’arredo.

Harborea 2017

Harborea 2017

Sono rimasta incantata di fronte a un giardino d’inverno, realizzato con materiale di recupero che ne ha esaltato il fascino vintage e arredato con preziosi pezzi d’antiquariato.

Harborea 2017

Harborea 2017

Harborea 2017

Sostando allo stand del Garden Club, ho osservato con piacere come donne di ogni età, dalla ragazzina alla madre di famiglia, seguivano le lezioni di decorazione floreale in programma.

Harborea 2017

Harborea 2017

Harborea 2017

Tanti visitatori hanno assistito a interessanti conversazioni al Caffè letterario, in cui si sono alternati scrittori e professionisti del verde. Nel frattempo signore agghindate a festa svolazzavano da uno stand all’altro, cinguettando tra loro. Collezionisti si mischiavano a semplici appassionati, giovani a famiglie con bambini. Insomma mai come quest’anno si è respirato un’atmosfera di profonda armonia e un commovente senso d’appartenenza. A distanza di un mese da uno degli eventi più drammatici nella storia della città, Livorno non si è lasciata andare ma dal fango ha cercato e sta cercando di rinascere proprio come fa un fiore di loto che sboccia e affonda le sue radici negli stagni melmosi ma il suo splendore resta intatto. Alla prossima!

Harborea 2017

 

Pubblicato il

Di fiore in fiore: Orticola 2015 a Milano

A quasi un anno di distanza dal mio viaggio a Londra per la visita allo spettacolare Chelsea Flower Show ho deciso di ripetere l’esperienza all’insegna dei fiori, anche se in uno scenario ovviamente diverso, recandomi a Milano il 9 maggio scorso per la XX edizione della mostra botanica Orticola. Questi due eventi non si possono neanche paragonare tra loro, in quanto la manifestazione londinese è prevalentemente un’esposizione del florovivaismo internazionale con installazioni dei paesaggisti e garden designers tra i più apprezzati al mondo, mentre quella milanese è una mostra mercato, ovviamente molto ben strutturata ma di richiamo più territoriale, dove si possono acquistare direttamente dai coltivatori grandi varietà di piante. Ciò che mi ha entusiasmato è stato il tripudio di fiori, colori e profumi.

image

Un piacevole incontro tra appassionati del verde e signore milanesi con l’immancabile cappellino, ormai un must di Orticola, che si aggiravano tra i vari stand alla ricerca delle piante più insolite e rare. Restando fedele al mood floreale del mio viaggio, non ho voluto assolutamente rinunciare a ritagliarmi il momento di pausa pranzo dal Fioraio Bianchi, un piccolo ristorante e caffè nel cuore di Brera, dove i profumi intensi sprigionati dai fiori, si mescolano ai sapori di una cucina italiana curata nei minimi dettagli, con uno sguardo contemporaneo ma attento alla tradizione.

image

Le immagini di questo collage sono tratte da Pinterest.

Complessivamente Orticola non ha deluso le mie aspettative anche se devo ammettere che la mostra mercato Harborea, che si svolge ogni anno a Livorno nel mese di ottobre e a cui La Corte Fiorita ha sempre partecipato in qualità di espositore, non ha assolutamente niente da invidiare.

 Sono quasi certa che per la prossima edizione Harborea riserverà ancora grandi sorprese! Questo è il mio augurio sincero a chi continua a dedicare tanto tempo e impegno a questo progetto al fine di renderlo sempre più bello!