Pubblicato il

Lo senti il mare? Arredare casa con le conchiglie

Le conchiglie ci fanno pensare al mare, al rumore delle onde e a lunghe camminate a piedi nudi sul bagnasciuga. Si dice anche che trovare una conchiglia porti fortuna. Ma quanti, almeno una volta, si sono messi a raccoglierle e portarle a casa? Con i loro colori naturali e le loro forme stravaganti le conchiglie rappresentano un complemento d’arredo davvero originale. Coralli, madrepore, gorgonie, stelle marine e chi ne ha più ne metta. I preziosi doni che il mare ci offre sono davvero infiniti. Ad esempio le gorgonie sono uno spettacolo visivo strabiliante per la loro trama che sembra un sottile, quasi impalpabile, ricamo di pizzo. Spesso troneggiano maestose su pregiati piedistalli nella sala da pranzo, negli studi oppure sugli scaffali delle librerie.

www.klaus-dupont.com

Tridacne giganti vengono impiegate come scenografici contenitori di candele a bordo piscina o addirittura nella funzione di lavabo nella stanza da bagno.

Tridacna

Tridacna gigante

Conchiglie di madreperla sono un perfetto elemento decorativo per riempire vasi di vetro, abbellire specchiere, abat-jour, cornici e cesti di midollino.

Isabelle Bizard creazioni conchiglie

 

www.isabellebizard.com

Complementi arredo conchiglie

www.pieddansleau.com

Dettagli di stile che conferiscono una nota di raffinata eleganza a oggetti di uso comune. Basta vedere anche come una nappa realizzata con passamaneria e una conchiglia dalle tinte delicate sia in grado di rivitalizzare un mobile altrimenti anonimo. Se, poi, vogliamo proprio dare briglia sciolta alla fantasia, possiamo divertirci a creare acchiappasogni con perline, altri piccoli elementi e legnetti levigati dal mare.

Creazioni conchiglie

Come avrete capito, le conchiglie si prestano a un’infinità di soluzioni. Si possono realizzare anche pezzi unici come le pochette firmate da una creativa di raro talento che risponde al nome di Patricia Kieran. Sfogliate il suo catalogo online e ne rimarrete affascinati.

Pied dans l'eau

www.pieddansleau.com

In termini di nuove tendenze ci sono brand di arredamento che propongono pattern musivi di conchiglie per ravvivare le pareti domestiche. Ormai sono lontani i tempi in cui la parete doveva essere bianca, spoglia, nuda, lasciata al naturale o dipinta in toni neutri. È l’epidermide della casa, non può essere amorfa, deve comunicare, essere in dialogo continuo con il contesto.

Rivestimenti pareti conchiglie

www.lostcowboys.com

Con queste proposte decorative di ispirazione naturale si possono arredare non solo le case al mare ma anche le case in città. Seguendo il concetto che gli spazi in cui si abita debbano sempre trasmettere sensazioni positive, chiunque ami il mare può ricrearsi un angolo di questo infinito e misterioso paradiso anche in una grande città, magari per ricordarsi dei bei momenti estivi durante tutto l’anno. Alla prossima!

Pubblicato il

Le Cabinet de Curiosités: inesauribile fonte d’ispirazione estetica

La stanza delle meraviglie

La Wunderkammer…Tanti oggetti, tante piccole meraviglie, cose naturali o artificiali, oggetti che provocano stupore e qualche volta anche orrore. 

…Ognuno dovrebbe averne una, piccola o grande, reale o immaginaria, una camera delle meraviglie nella quale rinchiudere i sogni e le ossessioni.

                                                                                                              S. Bessoni

Da diverso tempo mi balenava l’idea di scrivere un post su quelle stanze magiche, ricche di storia e oggetti stravaganti, quali sono i Cabinets de Curiosités, se si vuole attenersi fedelmente al nome francese oppure Wunderkammer, se, invece, si vuole legittimare quello tedesco. In poche parole le stanze delle meraviglie apparse in Europa, principalmente nel Nord Europa, in epoca rinascimentale e definite all’unanimità le dirette antesignane dei musei moderni. Conchiglie dalle forme scultoree come coralli, gorgonie e madrepore, illustrazioni botaniche e marine, antichi volumi enciclopedici dalla brossura pregiata e dall’odore inconfondibile, tassidermie, specchi dalle forme più variegate, cuori votivi e cloches di vetro. Questi sono solo alcuni degli elementi decorativi per una stanza delle meraviglie  che si rispetti. Senza dimenticare reperti archeologici e antiquari.

Coralli, Gorgonie, Madrepore

Coralli e Gorgonie dalle forme più bizzarre.

Globo Vetro

Cloches di vetro contenenti gli oggetti più disparati, dai volumi antichi alle farfalle, dai rocchetti di legno a pagine di libri.

In poche parole, una moltitudine di oggetti preziosi, eccentrici e stravaganti, di varia origine e provenienza che i ricchi eruditi, scienziati e principi dell’epoca erano soliti raccogliere in una stanza, principalmente un angolo del loro studiolo o della biblioteca, dei loro palazzi aristocratici. Sia Naturalia, rarità e bizzarrie della natura, che Mirabilia o Artificialia, prodotti della natura manipolati e artisticamente definiti dall’homo faber (l’uomo come artefice, capace di creare, costruire, trasformare l’ambiente e la realtà in cui vive, adattandoli ai suoi bisogni) per suscitare un curioso stupore.

Elementi stanza delle meraviglie
Elementi decorativi in osso, sfere di vetro cristallino, cloche di vetro riempita di stelle marine oppure splendide farfalle Morpho Didius.

La rinascimentale camera delle meraviglie con oggetti anche di valore simbolico e con funzione apotropaica voleva essere il chiaro esempio di un amore smisurato per il sapere, la passione dei viaggi verso terre lontane, il collezionismo e l’artigianalità. Documentandomi doverosamente sul tema e facendo la mia solita indagine a macchia d’olio tra le riviste di settore e i siti dei marchi di design, mie vecchie conoscenze, vorrei fornire alcuni spunti creativi a chiunque volesse creare in futuro una propria stanza delle meraviglie. Non è necessario occupare un ampio spazio, può bastare anche un mobile con ante a vetro oppure scaffalature in acciaio per chi volesse optare per uno stile più moderno dalle linee pulite ed essenziali. Animarlo poi con gli oggetti più singolari può rivelarsi un puro piacere.

Eichholtz

Eichholtz

Modello Cabinet Soto e Avenue Montaigne. Soluzioni d’arredo firmate Eichholtz.

Allora non mi resta che dar voce alle immagini, accuratamente selezionate dalla Corte Fiorita Blog, per capire meglio di cosa si tratti in realtà. Mi auguro che il mio carosello fotografico possa piacere e magari dare anche il giusto stimolo creativo per predisporre l’arredo. Ciò potrà richiedere impegno ma anche risvegliare quella dose di entusiasmo, tipica di quando ci avventuriamo in nuove esperienze.

Indirizzi Utili:

www.thewunderkammer.eu

www.klaus-dupont.com

www.objetluxe.com

www.eichholtz.com

www.demuseumwinkel.com

Pubblicato il

Tuffarsi tra i colori dell’estate 2015

L’estate è ormai alle porte anche se il clima fa ancora qualche capriccio! Comunque la Corte Fiorita si prepara ad accogliere la stagione nel migliore dei modi con una nuova collezione di articoli. Conchiglie, madrepore, rami e stelle marine fanno da sfondo a teli mare, cuscini con pesci e coralli, lanterne con manici in corda.

imageI colori dominanti sono il blu cobalto e il rosso corallo ma anche quello che è stato definito una tra le dieci nuances di moda di quest’estate 2015, il Lucite Green.

image

image

Un verde dal sapore di menta, così testualmente presentato da Pantone (società leader nel mondo dei colori), che può essere abbinato felicemente con molti altri colori senza perdere in eleganza e raffinatezza. Piatti a forma di conchiglia,  alzatine per torte, tutto rigorosamente in Lucite Green, sono un’idea sfiziosa per arredare la tavola estiva con un’impronta di pura freschezza e rilassatezza. D’altronde estate significa anche staccare, se possibile, la spina dalla frenesia quotidiana. Un po’ di relax fisico e mentale non fa mai male!

image