Pubblicato il

Greenery e Airbnb: un sodalizio naturale

Come ogni anno, quando si arriva a dicembre, stilisti, designer, esperti di marketing, artisti e tutti quelli che ruotano attorno al mondo della creatività fremono nell’attesa di scoprire quale sarà il colore dell’anno. Come al solito il Pantone Color Institute è arrivato puntuale, proclamando come nuance del 2017, il Greenery, ovvero un verde sfumato da un giallo frizzante come l’erba a primavera.

Moodboard in Greenery

Questo colore evoca un ricongiungimento con la natura, indica la rinascita, il rinnovamento e offre la possibilità di una fuga romantica dal quotidiano, come afferma Giulio Ridolfo, designer guru del colore, nell’ultimo numero di AD (n. 428 – Febbraio 2017). Ovviamente il Greenery sta invadendo la rete e le vetrine dei negozi ma, dicendolo in tutta onestà, non è di così facile collocazione. Gli abbinamenti devono essere ben calibrati e capaci di creare un gioco cromatico che sprigioni un’energia rivitalizzante. Da aggiungere, inoltre, che, con l’annuncio ufficiale del colore dell’anno, Pantone ha inaugurato la prima collaborazione con Airbnb, creando l’ispirazione per la Outside-In House, la lussureggiante residenza eco sostenibile Pantone, nel quartiere londinese di Clerkenwell.

Pantone apartment London

Pantone apartment London

Airbnb è ormai una piattaforma cult, nata dall’intuizione geniale di tre ragazzi di San Francisco, che ha rivoluzionato in pochissimo tempo il modo di viaggiare, consentendo la condivisione di circa tre milioni di alloggi in 192 paesi del mondo. Dal 2007, anno del suo lancio in rete, la sua crescita è inarrestabile. Infatti, dallo scorso novembre, Airbnb non si limita più ad affittare case ma, grazie alla nuova app Trips, anche esperienze uniche, itinerari inediti e realtà autentiche che solo le persone del posto sono in grado di offrire. Nella lista di nuove esperienze da vivere è inserita anche la residenza londinese, una specie di giardino segreto urbano dove il filo conduttore è proprio il Greenery.

Pantone apartment London

Pantone apartment London

Pantone apartment London

Prati verdi a sostituire la tradizionale moquette, pareti vegetali e piante rampicanti che galleggiano nella zona cucina, una vasca da bagno immersa nel verde, un orto botanico e una foresta come reception. Potrebbe essere davvero un’occasione imperdibile se non fosse che l’appartamento è stato disponibile su Airbnb solo per soggiorni dal 27 al 30 gennaio 2017. Che peccato ma siamo positivi tanto abbiamo ancora dieci mesi per vivere Greenery. Alla prossima!

Le immagini della Outside-In House a Londra sono tratte dal sito www.designboom.com.

Pubblicato il

Viaggiare con stile: i nuovi trolley

Chi non vorrebbe essere un globetrotter? Un giramondo, per intenderci, se proprio siamo riluttanti ad adeguarci al profluvio di termini stranieri che stanno invadendo e, aggiungerei anche, stravolgendo il nostro lessico quotidiano. Credo che davvero pochi negherebbero.

The spirit of travel

Mettersi in viaggio, fare nuove esperienze, scoprire luoghi fuori dal comune rientrano tra i piaceri della vita. Se, poi, si presentano le possibilità, perché dovremo rinunciare? Le motivazioni che ci spingono a partire possono essere le più disparate. Il viaggio non è da intendersi solamente geografico, ma anche personale e introspettivo. È metafora della vita stessa. Basti pensare all’incredibile viaggio della cicogna che porta i bambini! Le nostre curiosità d’infanzia alla domanda scomoda su come veniamo al mondo sono state placate per un certo periodo così. Poi, una volta abbandonato lo stupore fanciullesco, la magia è svanita. Ma questa è un’altra storia.

Orient Express

Il viaggio può riflettere uno stato d’inquietudine, un desiderio irrefrenabile di scoprire, mettersi alla prova e uscire da quella che si chiama la comfort zone, una specie di nido domestico dove ciascuno di noi si sente a proprio agio. Tuttavia, visti i tempi umbratili che stiamo vivendo, dire di sentirsi al sicuro è davvero come partecipare a un gioco d’azzardo. Allora, tanto vale la pena fare la valigia e partire. Ma oggi dove vai se il trolley non ce l’hai? Le valigie senza le mitiche ruote sono obsolete, risalgono ormai all’epoca dei Flintstones. Quindi dobbiamo stare al passo con i tempi, non tanto per questione di moda  quanto per la comodità che ne deriva. Tutti vogliamo viaggiare leggeri.  Allora andiamo a scoprire  quali sono le ultime tendenze per i viaggiatori di tutto il mondo.

Rimowa Electronic Tag

Rimowa, marchio tedesco d’eccellenza, propone una vasta scelta  di  trolley in alluminio ondulato, materiale che rievoca l’atmosfera dei primi anni dell’aviazione civile. A Parigi il brand ha recentemente inaugurato un flagship store (800mq totali, su cinque piani) vicino all’Eliseo. È stato, inoltre, il primo a lanciare sul mercato la digitalizzazione del viaggio con la creazione del Rimowa Electronic Tag. Si tratta di un sistema di etichettatura digitale per il bagaglio da stiva. La valigia è dotata di un display, la registrazione al check-in  può essere fatta tramite una app scaricabile direttamente sul proprio smartphone, e in pochi semplici passaggi sarà visibile sull’apposito monitor un codice a barre con la destinazione d’arrivo.  Da qualche mese è addirittura possibile inserire sul display le proprie iniziali e una nostra immagine. Più personalizzata di così la nostra valigia non potrà essere!

Samsonite Spinner

Samsonite ha proposto la capsule collection Samsonite x Magritte,  come chiaro omaggio al grande artista belga.

Cosmolite Limited Edition

In pochi mesi è diventato un oggetto irrinunciabile per tutte le maniache della moda, la Cosmolite Limited Edition, nata da una geniale collaborazione tra il marchio e la regina delle fashion blogger, Chiara Ferragni. Un trolley con una miriade di divertenti sticker colorati che riflettono lo stile eclettico e cosmopolita di Chiara e del suo seguitissimo blog, The Blonde Salad.

Mandarina Duck Popsicle Trolley

Mandarina Duck ha lanciato un’idea rivoluzionaria con il Popsicle trolley. La sua scocca rigida in policarbonato è trasparente, quindi lascia chiaramente intravedere il colore dei moduli interni, acquistabili separatamente. Ciò consente a ciascuno di organizzare lo spazio nel trolley a seconda delle proprie esigenze.

Marc Newson Louis Vuitton

Louis Vuitton non ha bisogno di presentazioni, il suo monogramma è venerato ovunque e le sue valigie rappresentano la perfezione assoluta in termini di qualità dei materiali e cura del dettaglio. Sono veri e propri  oggetti di culto che celebrano l’arte del viaggio fin dal 1837. Marc Newson, uno tra i designer industriali più influenti della sua generazione, ha progettato una collezione di valigie rolling che sta avendo, come da aspettativa, un successo planetario. Nello star system sicuramente, tra i comuni mortali i dati sono ancora da accertare. I prezzi non sono così democratici.

Chi, invece, ama follemente i fiori e il fascino che sprigionano, non potrà rimanere indifferente di fronte ai trolley firmati Ted Baker. Adaya, Hulla, Ceciny e Terina sono solo alcuni nomi dei modelli di trolley disponibili. Colori tenui, linea sofisticata e dettagli preziosi sono i tratti salienti di questa collezione.

Ted Baker Travel Luggage

Tirando le somme, quale trolley scelgo? Se abbiamo ancora dubbi, non lasciamoci prendere dallo sconforto. Zaino in spalla o bisaccia a tracolla e si parte lo stesso. L’indispensabile sta ovunque, basta saperlo ben disporre. Alla prossima!

Travel

Le immagini del post sono tratte da Pinterest e dai siti ufficiali dei brand menzionati.

Indirizzi Utili

www.rimowa.com

www.samsonite.it

www.theblondesalad.it

www.mandarinaduck.com

www.louisvuitton.com

www.tedbaker.com