Pubblicato il

Va’ dove ti porta la creatività: il Personaggio del Mese

Il primo personaggio della rubrica Va’ dove ti porta la creatività è Irene Berni. Difficile descriverla in poche parole per i molteplici ruoli che riveste. In primis madre, moglie, figlia. Poi imprenditrice, autrice del libro Quello che piace a Irene, fotografa, non cuoca (così lei ama definirsi) e blogger seguitissima con il valdirose.blogspot.it. Insomma, una donna meravigliosamente multitasking. Assieme al marito e ai genitori gestisce in un paesino sulle dolci colline fiorentine il Valdirose, la casa di famiglia trasformata nel 2007 in un Bed & Breakfast di indiscusso charme, grazie alla sua rara sensibilità creativa nel creare soluzioni d’arredo dallo stile semplice e ricercato al tempo stesso.

Valdirose Irene Berni

                     Al Valdirose la colazione è un rito irrinunciabile.

image

Arredi vintage, tonalità neutre e luce naturale per creare un’atmosfera d’impalpabile leggerezza e rara bellezza.

Ho conosciuto Irene e il suo magico mondo attraverso le pagine patinate di una rivista e mi ha immediatamente affascinato. Tanti sono i motivi ma principalmente perché rappresenta una storia di successo e merito, ha avuto la capacità di imporsi e distinguersi tra tante, senza farsi intimorire ma dando libero sfogo alla fantasia. Così è riuscita a creare quell’alchimia perfetta tra creatività, stile e buon gusto che risponde al nome del Valdirose.

Valdirose Irene Berni

Valdirose Irene Berni

Ecco cosa Irene ha risposto riguardo la creatività.

Che ruolo ha la creatività nella tua vita?

La creatività ha un ruolo determinante. Rappresenta quel valore aggiunto che aiuta a rendere ogni giorno il mio lavoro stimolante e nuovo.

Dove riesci a esprimerla meglio e perché?

Credo di esprimere al meglio la mia creatività nell’apparecchiatura della tavola. Faccio molta attenzione alla cura dei dettagli, dalla scelta dei tessuti alle ceramiche e ai vetri da abbinare. Senza mai tralasciare anche la nota floreale! È un piacere irrinunciabile decorare con fiori di campo appena raccolti. Allestire la tavola è un modo per giocare, sbizzarrirmi con gli oggetti più originali e stravaganti che trovo nei mercatini di brocantage, di cui sono una vera appassionata.

Per essere creativi bisogna essere…?

Per essere creativi bisogna essere curiosi. Essere affamati di curiosità è un ottimo espediente per esprimere la propria creatività. Non stancarsi mai di osservare, cercare e scoprire.

Valdirose B&B

         Perfetta cura di ogni dettaglio nella presentazione della tavola.

Valdirose Irene Berni

Un ringraziamento sincero a Irene per la sua gentilezza, spontaneità e senso innato per l’ospitalità. Valdirose sarà certamente la meta di una mia futura gita fuori porta sempre e solo alla ricerca di cose belle. Alla prossima!

Indirizzi Utili

Valdirose Charming Rooms

Via val di rose, 35

50055 Lastra a Signa

Irene Berni 335 8765094

www.valdirose.com

Pubblicato il

Va’ dove ti porta la creatività

Il mese di giugno è il mese di piacevoli novità per la Corte Fiorita Blog. Dopo aver tenuto a battesimo la rubrica La Casa del Mese, un nuovo progetto sta prendendo forma. Va’ dove ti porta la creatività, sulla falsariga del celeberrimo romanzo di Susanna Tamaro, sarà un tour virtuale alla scoperta di personaggi femminili, italiani ma non solo, tutti accomunati da un tratto fondamentale: la creatività applicata nei settori più eterogenei (dal design all’ospitalità, dal food alle arti manuali).

Creatività

Un mosaico di personalità che hanno avuto la perseveranza, la capacità intuitiva e il coraggio di seguire le loro passioni, riuscendo a trasformarle in opportunità lavorative. Interviste bonsai, strutturate su tre domande, che potranno aiutarci a delineare meglio il loro mondo, la loro filosofia di vita e le loro aspettative. Proprio tre, né una di più né una di meno, perché, si voglia credere o meno alla numerologia, tre è il numero della perfezione, dell’armonia, dell’equilibrio ma anche della creatività. Lo scopo primario sarà quello di scoprire un lato inedito della loro personalità e carpire qualche consiglio o spunto creativo. Tutto si svolgerà in un clima conviviale e solo il magico flusso delle loro parole dovrà riuscire a incuriosire, stimolare, evocare mondi e suscitare emozioni. Perché la forza delle donne è anche poter essere felici di quello che si fa, semplicemente!

Pubblicato il

La Casa del Mese: una finca spagnola in California

Tagliato con entusiasmo il nastro di partenza della nuova rubrica, abbiamo raggiunto la prima tappa del nostro viaggio. Siamo nella contea californiana di Santa Barbara, esattamente a Montecito, nella casa in stile andaluso, risalente al lontano 1926, del designer Richard Hallberg. Costretto a vivere per motivi professionali a Los Angeles ma profondamente innamorato della Spagna, è riuscito a conciliare “l’utile e il dilettevole” progettando il suo buen retiro  secondo il modello di una tipica finca spagnola. Una soluzione, poi, non così inedita e anticonvenzionale in California.

Veranda Magazine

Guidato da un gusto disinvolto e indomabile estro creativo Hallberg è riuscito a creare un accordo geniale di contaminazioni, fusioni e commistioni.  Un bilanciato e ben orchestrato alternarsi di pezzi d’arredamento, collezioni di oggetti decorativi esuberanti sono il mirabile risultato di un’accurata ricerca e frutto della sua sfrenata passione per i viaggi.

Veranda Magazine

Veranda Magazine

Veranda Magazine

Soffitti con travi in legno e lampadari in ferro battuto dominano l’ampia sala da pranzo e la cucina. In tutti gli spazi si percepisce una luce calda e pastosa grazie all’ausilio di tonalità chiare. L’intero complesso abitativo comprende anche un giardino con una maestosa vasca, popolata da una miriade di leggiadre ninfee. Due timidi zampilli d’acqua cristallina sfociano nella piscina padronale sotto lo sguardo vigile di un leone in pietra.

Richard Hallberg

Veranda Magazine

Veranda Magazine

Anche per l’esterno Hallberg ha optato per arredi in ferro battuto, capitelli corinzi come piano d’appoggio, divani ricavati su blocchi calcarei e magistralmente rivestiti in tessuto coordinato. Un bellissimo giardino perfettamente curato, dove poter invitare amici oppure semplicemente abbandonarsi indisturbati ai profumi e  ai suoni della natura. La Corte Fiorita Blog si è riempita lo sguardo di bellezza con questa casa, ricaricandosi di quella energia creativa necessaria per rimettersi  in viaggio alla ricerca della nuova Casa del Mese. Alla prossima!

Le immagini della Casa del Mese sono tratte dalla rivista Veranda Magazine.

Pubblicato il

Una nuova rubrica: La Casa del Mese

Outdoor Living

Dopo una prima sperimentazione fatta lo scorso anno con la descrizione di una magnifica casa-fattoria, denominata Patina Farm, si inaugura da oggi una nuova rubrica mensile. Si chiama La Casa del Mese e avrà lo scopo di aiutare a denotare meglio il modo d’intendere l’abitare secondo La Corte Fiorita Blog. Un viaggio entusiasmante che vi guiderà alla scoperta di una casa da raccontare, con poche parole ma corredate da un accurato taccuino fotografico.

Outdoor Living

La ricerca non avrà limiti, si estenderà a ogni angolo del mondo e i proprietari non saranno necessariamente architetti o decoratori d’interni. Case piene di fantasia e atmosfera, purché siano in armonia con la persona che vi abita per percepirvi la sua anima autentica. Il segreto è non avere paura di osare e arredare le proprie case con più “stile che denaro”.

Outdoor Living

Non esistono regole in materia di decorazione per stabilire ciò che può o non può essere abbinato. Allora mettiamoci comodi, allacciamo le cinture, attiviamo i motori e partiamo con la prima Casa del Mese! Questa è solo una delle tante novità. Le prossime saranno rivelate a breve. Stay tuned!

Le immagini sono tratte da Pinterest.

Pubblicato il

Viaggiare tra i fiori: gli specialisti del settore

Nei due mesi appena trascorsi ho raccontato le mie zingarate floreali ronzando tra una mostra florovivaistica e l’altra. Per restare in tema, è nata spontanea l’idea di parlare di un nuova tipologia di viaggio, che recentemente sta riscuotendo un discreto successo nel panorama in costante evoluzione dei viaggi tematici. Corollario immancabile: la passione per i fiori e i giardini. Allora perché non sperimentare un viaggio floreale in Cornovaglia, nelle Cotswolds, in Normandia oppure in Olanda? Ecco a chi rivolgersi per ricevere tutte i dettagli in merito:

www.viaggifloreali.com

Viaggi Floreali è un piccolo laboratorio artigianale di viaggi prêt-à-porter oppure personalizzabili. Deus ex machina di questa sartoria del viaggio è Erica Vaccari che, facendo fede alle sue parole, si definisce un’instancabile sognatrice alla costante ricerca di cose belle con una passione contagiosa per i fiori e i viaggi. Con magistrale competenza Erica immagina, modella, taglia e cuce soluzioni di viaggio uniche e indimenticabili per piccoli gruppi di persone. Fil rouge di ogni itinerario che propone è l’amore per un viaggio rilassato alla scoperta di giardini storici, privati e moderni per poter assaporare la bellezza della natura nella sua espressione più autentica.

www.carexdesign.com

Carolyn Mullet, garden designer di rinomata fama, organizza con una sua agenzia di viaggi, CarexTours, diversi tour per gli amanti dei giardini. Ha una folta community di followers sulla sua pagina Facebook.

www.sharonsantoni.com

Sharon Santoni, creatrice del blog My French Country Home e autrice del libro My Stylish French Girlfriends, organizza abitualmente Brocante Tours, viaggi per piccoli gruppi di professionisti o privati alla ricerca di oggetti d’antiquariato nei mercatini e fiere del settore in Normandia. Lei ne è un’esperta e appassionata conoscitrice. Recentemente ha deciso anche di proporre per tutti gli appassionati di arte floreale brevi tour che prevedono la visita al mercato di fiori di Parigi, una lezione dimostrativa e la possibilità di ammirare garden designers di successo direttamente all’opera.